Silvia Cassetta
Dancing shape

“La vida es lo que tu’tocas” 
(la vita è ciò che tu suoni) Pedro Salinas.
Una forma è ciò che si scolpisce: le linee della collezione “dancing shape” cercano di dare alla pietra bianca una leggerezza e un dinamismo per rendere gli oggetti d’arredo elementi scultorei nello spazio. L’idea si muove dallo schizzo, dai disegni tecnici, alla materia che viene plasmata attraverso innovative tecniche di modellazione tridimensionale della pietra. In questo caso il materiale è pugliese, terra d’origine dell’Architetto Silvia Cassetta, designer del lavabo. Questo progetto nasce dalla volontà di creare un nuovo lavandino, di dimensioni doppie, fruibile dalla coppia, in un bagno concepito per un’interazione multipla, quasi come se fosse un momento intimo ma condivisibile, non unicamente individuale. Se si pensa che davanti allo specchio si può essere anche in due, o in più persone nel caso di una famiglia, è facile comprendere che questa nuova concezione del lavabo renderebbe più divertente lo spazio, dove il design è concretizzato per la coppia e per la famiglia. L’erogazione ottimale dell’acqua è prevista da tubi sospesi con un impianto a soffitto, ma la forma di questo prototipo, lo rende adatto a qualsiasi rubinetteria.
La raccolta dell’acqua non è a vista, ma è convogliata all’intersezione dei due piani in pendenza. Il risultato è un design pensato non solo con delle linee ma attraverso una riflessione sui modi di vivere lo spazio di chi condivide risvegli e sogni.
(un ringraziamento all’azienda esecutrice Valente Marmi, Bisceglie,Bat)

Silvia Cassetta
www.knowarchitecture.it

                  

NOTA! QUESTO SITO UTILIZZA I COOKIE E TECNOLOGIE SIMILI. SE NON SI MODIFICANO LE IMPOSTAZIONI DEL BROWSER, L'UTENTE ACCETTA. PER SAPERNE DI PIU' To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

I accept cookies from this site.

EU Cookie Directive Module Information